Elezioni europee 2024: tutto quello che c'è da sapere

Per gli italiani all'estero le date del voto sono il 7 e l'8 giugno.

Data :

13 marzo 2024

Elezioni europee 2024: tutto quello che c'è da sapere
Municipium

Descrizione

ELEZIONI EUROPEE 2024

---------------------------- VOTO ALL'ESTERO ---------------------------- 

Le prossime elezioni europee, che si terranno nel territorio nazionale italiano l’8 e il 9 giugno, si svolgeranno all’estero il 7 e l’8 giugno 2024.

I connazionali residenti (iscritti all’AIRE) in un Paese membro dell’Unione Europea potranno partecipare all’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia presso le sezioni elettorali che saranno istituite dagli Uffici consolari nei giorni di venerdì 7 e sabato 8 giugno 2024.

Presso le predette sezioni elettorali potranno altresì votare i connazionali temporaneamente domiciliati nel Paese membro dell’UE per motivi di studio o di lavoro che abbiano presentato apposita domanda in tal senso all’Ufficio consolare di competenza entro il 21 marzo 2024, utilizzando il modello scaricabile QUI.

L’elettore riceverà da parte del Ministero dell’Interno italiano all’indirizzo di residenza estero il certificato elettorale, con l’indicazione del seggio presso il quale potrà votare, nonché della data e dell’orario di apertura per le votazioni.

Qualora l’elettore non riceva il certificato elettorale entro il 5° giorno antecedente quello delle votazioni, potrà contattare l’ufficio consolare competente per verificare la propria posizione elettorale e richiedere il certificato sostitutivo per l’ammissione al voto.

L’elettore italiano residente all’estero in un Paese dell’UE, o temporaneamente ivi domiciliato per motivi di studio o lavoro (che abbia presentato domanda di voto all’estero nei termini previsti), se rientra in Italia, può votare presso il proprio Comune di iscrizione elettorale: in tal caso deve farne esplicita richiesta, entro il giorno precedente quello della votazione, al Sindaco del suddetto Comune.

L’elettore italiano residente all’estero e iscritto all’AIRE può anche optare per il voto per i candidati ai seggi spettanti al Paese membro in cui risiede; in tal caso voterà presso i seggi istituiti dalle autorità del Paese membro di residenza estera.

Il doppio voto è vietato: se si vota a favore di un candidato per i seggi spettanti all’Italia non si potrà esprimere il voto anche per un candidato per i seggi spettanti al Paese membro UE di residenza e viceversa. Tale divieto si applica anche se l’elettore è in possesso di più cittadinanze di Paesi membri dell’Unione Europea: potrà esercitare il diritto di voto per i rappresentanti spettanti a uno solo degli Stati di cui è cittadino. Ovviamente, il doppio voto è penalmente sanzionato anche nel senso che chi vota per i rappresentanti spettanti all’Italia presso le sezioni elettorali istituite all’estero dagli uffici diplomatico-consolari NON potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia, e viceversa.

I cittadini italiani che sono permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE e che non hanno optato per il voto a favore dei rappresentanti spettanti al Paese membro UE di residenza saranno ammessi al voto per i candidati per i seggi spettanti all’Italia senza necessità di presentare alcuna dichiarazione.

Cittadini italiani residenti in un Paese non membro dell’Unione Europea

I cittadini italiani residenti nei Paesi NON membri dell’Unione Europea possono votare per i rappresentanti al Parlamento Europeo spettanti all’Italia presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno dal predetto Comune una cartolina avviso.

---------- VOTO PER I CITTADINI EUROPEI NON ITALIANI  ----------

I cittadini non italiani appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea potranno votare in Italia per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, se hanno inoltrato apposita domanda di iscrizione nella Lista elettorale aggiunta al Sindaco del comune di residenza entro l'11 marzo (vedi avviso del 28/02/2024).

In caso di accoglimento della domanda, gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio ove potranno recarsi a votare. L’iscrizione nella lista aggiunta permane fino a espressa richiesta di cancellazione o fino a cancellazione d'ufficio nei casi previsti.

Si ricorda che gli elettori che non si fossero iscritti per tempo nelle Liste aggiunte potranno esercitare il diritto di voto esclusivamente nel Paese di origine.


----- NUOVI SERVIZI ANPR PER I CITTADINI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA -----

Si ricorda che tutti i cittadini italiani residenti in Italia possono scaricare dal portale https://www.anagrafenazionale.interno.it/ i certificati relativi al godimento dell'elettorato attivo, in particolare: i certificati di iscrizione nelle liste elettorali di un Comune e quello di godimento dei diritti politici, anche in forma contestuale.

Il portale consente anche la semplice consultazione e verifica dei propri dati elettorali. Il singolo cittadino potrà dunque usufruire dei nuovi servizi integrati nella piattaforma autenticandosi tramite Spid, ovvero con Carta Nazionale dei servizi o Carta di identità  elettronica.

Sempre sul sito https://www.anagrafenazionale.interno.it/ verrà resa disponibile una guida per il cittadino, che potrà richiedere assistenza anche all'indirizzo email: assistenza.anpr.cittadini@sogei.it

Potranno votare anche i cittadini europei non italiani che hanno inoltrato domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte, come da precedente comunicazione pubblicata su questo sito istituzionale.

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot